Concerto di Natale solidale: l’UTE per l’autismo

Carissimi,

anche quest’anno in occasione del Natale, l’Università della Terza Età vuole mantenere fede al suo impegno di solidarietà verso i più giovani organizzando attraverso Il Concerto di Natale (2 dicembre 2022 alle ore 20:45 al teatro Excelsior) una raccolta fondi da destinare al progetto Oasi per ragazzi autistici del territorio erbese coordinato dall’Associazione Controvento APS che si sta realizzando nella Villa dell’Oasi Francescana di Erba

L’idea di raccogliere e destinare i fondi a questo progetto si è fatta in noi così pressante dopo aver letto la lettera che una mamma ha scritto e reso pubblica, di cui riportiamo qui di seguito alcuni passi:

Dopo un momento iniziale di profonda crisi, mi sono rimboccata le maniche e ho rimesso insieme i cocci uno dopo l’altro, scoprendo giorno dopo giorno che la disabilità di Andrea può essere trasformata in bellezza e crescita umana. Un passo dopo l’altro sto imparando a capire di cosa abbiamo bisogno: Andrea, io, i fratelli e la famiglia. La cosa più difficile è stata quella di abbandonare l’orgoglio e la presunzione di potercela fare da sola ed imparare a chiedere aiuto. E così, man mano che Andrea cresceva, anche noi genitori abbiamo iniziato a chiedere ciò di cui lui e noi avevamo bisogno: terapie, tempo di qualità, attività ricreative, assistenza, sollievo, tempo per i fratelli.”

Come progettare spazi di senso per ragazzi con autismo? L’autismo è un disturbo complesso, che richiede progettualità, ambienti giusti e proposte adattate alle diverse caratteristiche individuali.

Il progetto Oasi è nato per fornire questo supporto: ogni settimana, nella villa dell’Oasi Francescana di Erba, due gruppi di ragazzi con autismo che abitano nel territorio erbese possono vivere esperienze pensate e di senso volte a promuovere l’evoluzione delle competenze sociali e di vita pratica, le autonomie e le abilità motorie. Sono proposti laboratori di cucina e giardinaggio, di cura del verde e di art&craft. Il personale educativo è accolto e formato in un processo di apprendimento continuo che è essenziale per poter garantire la migliore qualità di vita possibile a questi ragazzi e alle loro famiglie.

Vi aspettiamo al concerto.

Il Presidente: U. Filippi

Lezione-concerto??

Scorrendo i titoli delle lezioni in programma per il prossimo venerdì, si deve porre particolare attenzione alla lezione-concerto tenuta dal maestro MATTEO FEDELI. Se cerchiamo su internet qualche notizia sul maestro, c’è di che restare sorpresi; ecco cosa ne dice Wikipedia.

E’ un artista di fama internazionale che ci onora della sua presenza per farci godere il suono del suo violino preziosissimo, che nell’occasione sarà accompagnato anche dalla viola.

E’ una lezione-concerto la cui finalità è farci comprendere più profondamente il linguaggio dei suoni e della musica.

E’ un’occasione preziosa e imperdibile, un regalo, per tutti noi dell’UTE.

Pedibus : una bella iniziativa!

Ci è pervenuto tramite le nostre pagine social un appello da parte del Comitato genitori della Puecher che chiede la collaborazione di volontari per realizzare un progetto degno di lode (cliccando sulle parole sottolineate troverete tutte le notizie inerenti questa iniziativa.).

Ringraziamo fin da ora chi vorrà contribuire regalando un po’ del suo tempo per una buona causa,

Ricominciamo!!

L’estate è agli sgoccioli ormai ed è per tutti tempo di guardare al prossimo autunno e di porre mano a nuovi progetti.

Anche all’UTE ci si sta preparando ad un nuovo Anno Accademico che si preannuncia pieno di spunti interessanti, di riconferme e di stimolanti novità.

Per iniziare, ci si ritroverà tutti insieme per la tradizionale Messa di inizio d’anno nella Chiesa di S. Maria Maddalena in Crevenna il 30 settembre alle ore 15.

A seguire, è programmata una visita allo studio di Ezio Frigerio e Franca Squarciapino in Villa Ceriani a Crevenna, e all’esposizione di importanti frammenti di statue romane, parte della donazione Frigerio alla città di Erba, con la guida di Giorgio Mauri.

Quanti fossero interessati sono pregati di dare conferma telefonando ad uno dei seguenti numeri : 333 4361470 / 340 2279120

L’inaugurazione dell’Anno Accademico è prevista per martedì 4 ottobre alle ore 15, alla presenza delle Autorità cittadine.

Lettera del Presidente ai soci.

Carissimi

Nel presentare il programma del 28° anno accademico della nostra Università desidero prima di tutto rivolgere un pensiero agli amici che ci hanno purtroppo lasciato ed un caloroso saluto al nostro Presidente Onorario, Mariuccia Pellegrini.

Abbiamo lasciato alle nostre spalle un paio d’anni con tante difficoltà che ci hanno impedito di svolgere le nostre lezioni ed attività con regolarità, ora si presenta una situazione più serena e la speranza di tutti noi è che si possa erogare il nostro ricco programma senza interruzioni. E’ un programma di 120 ore, che spazia dalla letteratura alla storia, dalla fisica all’informatica, dalla medicina all’alimentazione, dalla psicologia alla filosofia, dal diritto all’economia, dall’astronomia alla musica e al territorio.

Ci sono inoltre due interessanti novità che vedono protagonisti i giovani nelle Lezioni Concerto ed i giovanissimi della terza classe delle scuole medie di Erba nel concorso letterario, “Scrivi e racconta una storia”, che ha per tema il rapporto nonni e nipoti. Un aspetto da evidenziare riguarda le lezioni di medicina per le quali è prevista non solo la descrizione dei problemi, ma anche cosa fare per gestirli e quali servizi possiamo trovare nell’ospedale di Erba.

Un ampio spazio è stato assegnato alla storia della Russia imperiale, in particolare ai personaggi che ne hanno determinato la storia nella consapevolezza che conoscere il passato ci aiuta a comprendere meglio il presente. L’inserimento di una nuova materia, l’astronomia, ci consentirà di conoscere le bellezze del cielo e le tante domande che ci poniamo davanti all’infinità dell’universo a cui la scienza con l’ausilio della tecnologia ogni giorno cerca di dare risposte.

Molti sono gli argomenti che abbiamo preso in considerazione, che per ragioni di spazio non possiamo descrivere qui, ed arricchiscono il nostro programma con l’intento di arricchire ciascuno di noi. Arricchimento culturale, beninteso, che ci aiuti a mantenere viva in ciascuno di noi la curiosità ed il piacere del sapere non fine a se stesso, ma come strumento di relazione.

Infine desidero ringraziare sentitamente tutti i docenti per le loro proposte e la loro disponibilità, con l’augurio che tutti voi possiate apprezzare il programma innovativo e stimolante affinché l’UTE si sviluppi sempre più.

Dr. Umberto Filippi

P.S.: Si avvertono i soci e i simpatizzanti che il nuovo programma annuale è scaricabile cliccando sulla voce “Programma 2022/2023” che compare nel MENU sotto l’immagine di copertina