Arrivederci e buona estate!

Il tempo vola inesorabile ed è già arrivata la fine dell’Anno Accademico 2023/24

Oggi, il nostro Presidente, il dr. Filippi, ha sintetizzato, davanti a una Sala Isacchi al completo, le attività svolte durante l’anno dalla nostra Associazione, ricordando le 120 ore di lezione, i 40 docenti coinvolti, le tante iniziative di solidarietà realizzate.

Sono stati commentati anche i risultati delle consultazioni proposte ai soci per verificare il gradimento o le critiche su quanto è stato fatto e per raccogliere suggerimenti per le programmazioni future: si è constatato un generale apprezzamento, confermato anche dalle statistiche relative alla frequenza dei soci alle lezioni (in notevole aumento rispetto all’anno precedente).

Terminata questa breve relazione del Presidente, abbiamo potuto gustare le esibizioni del maestro Fedeli al violino, del maestro Scaioli al pianoforte e del giovane Luca, virtuoso del clarinetto. Hanno eseguito per noi brani tratti dal Rigoletto, dalla Traviata, dalla Bohème e dal “Sansone e Dalila” di Saint Saens: la bravura degli strumentisi e la bellezza delle arie eseguite ha entusiasmato tutti i presenti che hanno a lungo applaudito le varie esibizioni.

oplus_0

Alla fine ci siamo scambiati i saluti con un rinfresco nei locali di Casa Prina: c’era una bella aria di festa, ma molti esprimevano anche il rammarico per la fine dei nostri incontri bisettimanali che offrono momenti di piacevole aggiornamento e occasioni di incontri amichevoli …

Godiamoci l’estate, cari soci, certi che nel prossimo autunno l’UTE riaprirà i battenti per proporvi nuove e interessanti attività.

Arrivederci dunque a ottobre pronti per festeggiare il 30° anniversario!!! Buone vacanze!!!

Notizie dall’OASI e da CONTROVENTO

Cliccando su Download, qui sopra, comparirà uno dei documenti inviati dall’ass. “Controvento APS” che testimoniano quanto è stato realizzato per i ragazzi autistici, nella settimana intensiva di incontri estivi, resa possibile dal contributo dell’UTE di Erba.

Ecco quanto è stato pubblicato su Facebook a tale proposito:

“Grazie al generoso contributo donato dall’Università della Terza Età di Erba, abbiamo deciso di allargare gli orizzonti e di proporre una settimana di Centro Estivo ai ragazzi del progetto R.e.t-Aut Oasi.
Per la prima volta dall’inizio del progetto abbiamo dedicato professionalità e risorse per ideare questa prima piccola grande avventura per offrire ai nostri ragazzi un percorso di crescita e di condivisione.
E’ stata un’esperienza meravigliosa che è stata resa possibile sia grazie alla vivacità dei nostri ragazzi sia grazie alla rete di persone e professionalità che hanno messo in campo le loro competenze.
Ringraziamo Greta Napolitano e la piccola Stella per quanto imparato nelle lezione di Pet Therapy. Ringraziamo @Laura Violante e Oltremodo per le magiche esperienze nella stanza multisensoriale.
Ringraziamo Federica, Lorenza, Alessia, Veronica, Sara e Claudia per la professionalità con cui hanno accompagnato i ragazzi e con cui hanno ideato le attività.
Un ringraziamento particolare a Cascina Spina che gratuitamente ha messo a disposizione spazi e risorse per noi per un giornata intera!”

Invito alla premiazione del concorso letterario.

Gent.mi Soci

Come già anticipato, martedì è un giorno importante nel calendario delle nostre lezioni perché ci sarà la premiazione del Concorso Letterario “scrivi e racconta una storia” che sarà dedicato alla memoria della fondatrice dell’UTE Mariuccia Guarisco Pellegrini, ed avremo poi l’opportunità di ascoltare dai ragazzi vincitori la lettura dei loro temi, intervallata dalle musiche del violinista Matteo Fedeli e da pianista Antonio Scaioli. Gratifichiamo con la nostra presenza questi giovani studenti ed onoriamo la memoria della nostra Mariuccia!

Vi aspetto numerosi

Cordialmente

Umberto Filippi

A S. Martino della battaglia e al Parco Sigurtà di Valeggio sul Mincio.

E’ stata una giornata molto piacevole e interessante quella che abbiamo trascorso oggi tra S. Martino della Battaglia, Borghetto e Valeggio sul Mincio. Abbiamo potuto ammirare il monumento dedicato a Vittorio Emanuele II (una torre di 74 m. che ospita sia un museo con i cimeli e le armi del 1859 anno in cui si combattè la sanguinosa battaglia che decise le sorti della II Guerra di Indipendenza sia gli affreschi che riassumono la storia del nostro Risorgimento dal 1849 alla Breccia di Porta Pia.

Poco distante dalla Torre, sorge una chiesetta, nella quale è stato allestito un ossario: vi si conservano le ossa dei soldati caduti su quel campo di battaglia.

Dopo un delizioso pranzo nel caratteristico paese di Borghetto, abbiamo potuto visitare, a bordo di piccole vetture, il bellissimo parco Sigurtà a Valeggio con la stupefacente varietà dei suoi fiori, delle sue piante , dei suoi laghetti e dei suoi animali che vivono liberi in quegli immensi prati verdi.

E’ stata un’altra bella giornata per i soci UTE che hanno aderito a questa iniziativa.

Lettera del Presidente ai soci.

Cari soci,

in occasione del trentesimo anniversario della nostra Università che si celebrerà il 25 ottobre 2024 vorrei invitarvi a scrivere un racconto o una poesia o a fare un disegno sulle vostre esperienze uniche e preziose, per creare una collezione di voci che rifletta la diversità delle nostre storie e la ricchezza delle esperienze vissute in questo percorso di apprendimento e crescita all’UTE.

Sono certo che ognuno abbia una storia da condividere, un momento che vi ha ispirato, insegnato o fatto sorridere. Che sia un ricordo speciale di una lezione, un incontro significativo con un altro socio, o una scoperta personale che ha cambiato il vostro modo di vedere il mondo; sarebbe bello sentirlo.

Ma non dovete limitarvi solo alle esperienze all’UTE, ogni vostro ricordo, le vostre esperienze di vita, le sfide che avete superato, i momenti di gioia che avete vissuto e ciò che avete imparato lungo il cammino, ogni storia sarà un tassello importante che arricchirà nella diversità la nostra iniziativa.

Se desiderate partecipare a questa iniziativa inviate il vostro racconto o poesia o disegno, entro il 31 marzo 2024 all’indirizzo email: info@ute-erba.it.

Tutti gli elaborati saranno raccolti in un “Quaderno” che resterà a memoria dei primi trent’anni della nostra UTE

Con cordialità

Umberto Filippi

Buon viaggio, Mariuccia!

Da qualche giorno arrivavano notizie che facevano temere quello che oggi purtroppo è accaduto: Mariuccia, la nostra Mariuccia, è venuta a mancare.

E’ stata la fondatrice e l’anima della nostra associazione, per la quale ha profuso energie, creatività e ingegno. Ha saputo perseguire un sogno che tutti pensavano irrealizzabile e invece la “sua creatura” (come la chiamava lei) oggi sta per compiere 30 anni ed è diventata un punto di riferimento per tanti che trovano nell’UTE occasioni di aggiornamento culturale e di incontri amichevoli.

Grazie, Mariuccia! Noi tutti soci dell’UTE conserveremo sempre nel cuore un sentimento di profonda riconoscenza e un ricordo indelebile di te che ci accoglievi col sorriso, sempre pronta ad ascoltare chi vedeva in te un’amica con cui confidarsi e a cui chiedere consigli.

Non sarà facile pensare che non potremo più ricorrere a te ogni volta che sorge qualche difficoltà, ma siamo certi che continuerai a seguire tutti noi e a pregare per la tua UTE.

Buon viaggio, Mariuccia!

Nella foto Mariuccia riceve dalle mani del sindaco Airoldi l’eufemino d’oro assegnato all’UTE.

Mariuccia riceve dalle mani del sindaco Airoldi l'Eufemino d'oro assegnato all'Università della Terza Età di Erba

Concerto di Natale

Cari amici

Come sempre, l’Università della Terza Età è impegnata a sostenere progetti significativi e a fare una differenza nella vita di coloro che hanno bisogno di aiuto. Anche quest’anno in occasione del Natale abbiamo voluto dedicare il nostro impegno nell’organizzazione del Concerto di Natale la cui raccolta fondi è destinata al progetto Oasi per ragazzi autistici del territorio erbese coordinato dall’Associazione Controvento APS che si sta realizzando nell’Oasi Francescana di Erba.

Ogni piccola donazione conta e può fare la differenza nella vita dei ragazzi. Con i fondi raccolti si potranno sostenere programmi educativi, terapie ed iniziative che li aiuteranno a crescere, svilupparsi ed a realizzare il loro pieno potenziale. Ogni donazione che facciamo oggi farà la differenza nella vita di questi ragazzi, offrendo loro opportunità che altrimenti potrebbero non avere.

Ogni euro, ogni centesimo che doniamo oggi ci avvicina un passo più vicino a un futuro in cui ogni ragazzo autistico ha l’opportunità di raggiungere i propri sogni. Chiedo a ciascuno di voi di riflettere su quanto possiamo fare insieme. Possiamo fare la differenza nella vita di questi ragazzi, offrendo loro non solo supporto, ma anche dignità, rispetto e amore.

Umberto Filippi

P.S. Sapendo che non tutti potranno partecipare al Concerto e volessero invece contribuire a questa iniziativa di solidarietà, martedì e venerdì troveranno esposta all’ingresso di sala Isacchi una cassettina dove depositare la propria offerta.

Parole e musica.

Ieri sera, è accorsa molta gente ad ascoltare il concerto organizzato dall’UTE e dall’Accademia Europea della Musica: i quattro giovani musicisti, impegnati nell’esecuzione di brani cameristici, hanno dato vita a un concerto molto piacevole. I momenti musicali erano intervallati da letture della bravissima Rosanna Pirovano ( attrice, scrittrice e poetessa) tratte dal libro di Felice Mauri in cui si ricorda un giovane missionario erbese, Giuseppe Corti, che quasi due secoli fa partì per l’Oceania e non fece più ritorno. La sua storia è stata ricostruita da Felice Mauri con un prezioso lavoro di ricerca sulle lettere scritte dallo stesso Corti per rassicurare la famiglia e dai suoi compagni di missione. Tra una lettera e l’altra Rosanna è riuscita anche a ricordare mons. Pirovano, di cui è in corso la causa di beatificazione.

La cosa che più veniva evidenziata nel concerto è stata senz’altro la caratterizzazione diversa dei vari brani: alla maestosità e solennità dei brani di Bach, alla briosità delle note di Mozart che sono paragonabili a fuochi d’artificio, ha fatto da contrasto doloroso la musica di Britten, in cui si sentiva tutta l’angoscia del mondo che stava vivendo la terribile crisi economica seguita al tracollo del ’29 e gli inequivocabili segni di un altro terribile conflitto che le dittature europee con le loro demenziali ideologie stavano innescando.

Ci ha lasciato un poeta amico

Il consiglio Direttivo dell’UTE APS di Erba esprime, anche a nome dei suoi soci, il vivo rammarico per la scomparsa di Francesco Maria Gottardi. 

Per tanti anni in collaborazione con il dr. Enrico Ghioni ci  ha fatto conoscere ed apprezzare i più significativi poeti dialettali comaschi. Era lui stesso un fine poeta e utilizzando le straordinarie potenzialità espressive del dialetto sapeva evocare con sensibilità profonda e delicatezza di sentimenti immagini e ricordi di grande efficacia evocativa..Le nostre più vive condoglianze alla famiglia e a quanti lo hanno conosciuto e apprezzato

Il consiglio Direttivo UTE 

Nella foto, Gottardi riceve l’Eufemino d’oro.

Pronti, Partenza … Via

Ieri, 3 ottobre 2023, i soci dell’Università della Terza Età di Erba si sono ritrovati nella cappella di Casa Prina per la celebrazione della tradizionale Messa di apertura dell’Anno Accademico, il XXIX. La Messa è stata concelebrata da Don Ivano Colombo e Padre Raffaele Finardi.

Al termine della Messa, ci si è poi trasferiti in Sala Isacchi per la Cerimonia di Apertura : c’erano tanti volti conosciuti e tantissimi altri invece di nuovi aspiranti soci.

A portare il loro saluto sono venuti anche l’assessore comunale alla Cultura, Anna Proserpio, e l’assessore regionale alla Ricerca e all’Università, Alessandro Fermi.

Dopo i rituali saluti delle autorità, che hanno elogiato la nostra UTE e il nostro Presidente, Don Ivano, con la solita abilità oratoria da cui traspare la sua vastissima cultura, ha intrattenuto i presenti sul ruolo delle Università della Terza Età : mantenere vivo in ognuno di noi la curiosità, la passione e l’impegno per scoprire sempre qualcosa di nuovo per contribuire a rendere un po’ migliore il mondo che ci circonda.

E’ un obiettivo ambizioso, ma … Noi ce la faremo!