Arrivederci e buona estate!

Il tempo vola inesorabile ed è già arrivata la fine dell’Anno Accademico 2023/24

Oggi, il nostro Presidente, il dr. Filippi, ha sintetizzato, davanti a una Sala Isacchi al completo, le attività svolte durante l’anno dalla nostra Associazione, ricordando le 120 ore di lezione, i 40 docenti coinvolti, le tante iniziative di solidarietà realizzate.

Sono stati commentati anche i risultati delle consultazioni proposte ai soci per verificare il gradimento o le critiche su quanto è stato fatto e per raccogliere suggerimenti per le programmazioni future: si è constatato un generale apprezzamento, confermato anche dalle statistiche relative alla frequenza dei soci alle lezioni (in notevole aumento rispetto all’anno precedente).

Terminata questa breve relazione del Presidente, abbiamo potuto gustare le esibizioni del maestro Fedeli al violino, del maestro Scaioli al pianoforte e del giovane Luca, virtuoso del clarinetto. Hanno eseguito per noi brani tratti dal Rigoletto, dalla Traviata, dalla Bohème e dal “Sansone e Dalila” di Saint Saens: la bravura degli strumentisi e la bellezza delle arie eseguite ha entusiasmato tutti i presenti che hanno a lungo applaudito le varie esibizioni.

oplus_0

Alla fine ci siamo scambiati i saluti con un rinfresco nei locali di Casa Prina: c’era una bella aria di festa, ma molti esprimevano anche il rammarico per la fine dei nostri incontri bisettimanali che offrono momenti di piacevole aggiornamento e occasioni di incontri amichevoli …

Godiamoci l’estate, cari soci, certi che nel prossimo autunno l’UTE riaprirà i battenti per proporvi nuove e interessanti attività.

Arrivederci dunque a ottobre pronti per festeggiare il 30° anniversario!!! Buone vacanze!!!

Invito alla premiazione del concorso letterario.

Gent.mi Soci

Come già anticipato, martedì è un giorno importante nel calendario delle nostre lezioni perché ci sarà la premiazione del Concorso Letterario “scrivi e racconta una storia” che sarà dedicato alla memoria della fondatrice dell’UTE Mariuccia Guarisco Pellegrini, ed avremo poi l’opportunità di ascoltare dai ragazzi vincitori la lettura dei loro temi, intervallata dalle musiche del violinista Matteo Fedeli e da pianista Antonio Scaioli. Gratifichiamo con la nostra presenza questi giovani studenti ed onoriamo la memoria della nostra Mariuccia!

Vi aspetto numerosi

Cordialmente

Umberto Filippi

Concerto di Natale

Cari amici

Come sempre, l’Università della Terza Età è impegnata a sostenere progetti significativi e a fare una differenza nella vita di coloro che hanno bisogno di aiuto. Anche quest’anno in occasione del Natale abbiamo voluto dedicare il nostro impegno nell’organizzazione del Concerto di Natale la cui raccolta fondi è destinata al progetto Oasi per ragazzi autistici del territorio erbese coordinato dall’Associazione Controvento APS che si sta realizzando nell’Oasi Francescana di Erba.

Ogni piccola donazione conta e può fare la differenza nella vita dei ragazzi. Con i fondi raccolti si potranno sostenere programmi educativi, terapie ed iniziative che li aiuteranno a crescere, svilupparsi ed a realizzare il loro pieno potenziale. Ogni donazione che facciamo oggi farà la differenza nella vita di questi ragazzi, offrendo loro opportunità che altrimenti potrebbero non avere.

Ogni euro, ogni centesimo che doniamo oggi ci avvicina un passo più vicino a un futuro in cui ogni ragazzo autistico ha l’opportunità di raggiungere i propri sogni. Chiedo a ciascuno di voi di riflettere su quanto possiamo fare insieme. Possiamo fare la differenza nella vita di questi ragazzi, offrendo loro non solo supporto, ma anche dignità, rispetto e amore.

Umberto Filippi

P.S. Sapendo che non tutti potranno partecipare al Concerto e volessero invece contribuire a questa iniziativa di solidarietà, martedì e venerdì troveranno esposta all’ingresso di sala Isacchi una cassettina dove depositare la propria offerta.

Parole e musica.

Ieri sera, è accorsa molta gente ad ascoltare il concerto organizzato dall’UTE e dall’Accademia Europea della Musica: i quattro giovani musicisti, impegnati nell’esecuzione di brani cameristici, hanno dato vita a un concerto molto piacevole. I momenti musicali erano intervallati da letture della bravissima Rosanna Pirovano ( attrice, scrittrice e poetessa) tratte dal libro di Felice Mauri in cui si ricorda un giovane missionario erbese, Giuseppe Corti, che quasi due secoli fa partì per l’Oceania e non fece più ritorno. La sua storia è stata ricostruita da Felice Mauri con un prezioso lavoro di ricerca sulle lettere scritte dallo stesso Corti per rassicurare la famiglia e dai suoi compagni di missione. Tra una lettera e l’altra Rosanna è riuscita anche a ricordare mons. Pirovano, di cui è in corso la causa di beatificazione.

La cosa che più veniva evidenziata nel concerto è stata senz’altro la caratterizzazione diversa dei vari brani: alla maestosità e solennità dei brani di Bach, alla briosità delle note di Mozart che sono paragonabili a fuochi d’artificio, ha fatto da contrasto doloroso la musica di Britten, in cui si sentiva tutta l’angoscia del mondo che stava vivendo la terribile crisi economica seguita al tracollo del ’29 e gli inequivocabili segni di un altro terribile conflitto che le dittature europee con le loro demenziali ideologie stavano innescando.

Cerimonia di premiazione del concorso letterario riservato agli alunni delle medie.

Quello di ieri è stato un pomeriggio memorabile: sette ragazzi delle medie hanno ricevuto il premio per la loro partecipazione al concorso indetto dall’UTE di Erba APS sul tema del rapporto con i nonni. Maestra di cerimonie è stata la nota scrittrice (poetessa, attrice) Rosanna Pirovano, alla presenza del Vicesindaco Sofia Grippo, dell’assessore alla cultura Anna Proserpio, della commissione valutatrice e del Presidente UTE, Umberto Filippi.

La lettura dei  racconti dei ragazzi ha suscitato nei presenti qualche risata divertita, ma anche tante lacrime di commozione vera.

Sono state poi mirabili le esibizioni dei due musicisti, Matteo Fedeli (violinista) e del giovanissimo Giacomo Corbetta (pianista), che ci hanno incantato per la loro bravura.

Il momento più emozionante è stata la premiazione di una bambina proveniente dall’Honduras: i suoi nonni , per la prima volta in Italia, erano presenti in aula ed è stata sottolineata con molti applausi  la fortunata coincidenza del tutto casuale.

La famiglia onduregna presente alla premiazione.
la famiglia onduregna al momento della premiazione.

I ragazzi premiati hanno avuto un buono da 250 euro (maggiore sponsor dell’iniziativa la Finanziaria Pontiggia; in misura minore il CIF provinciale) da spendere in libri e materiale didattico e questo sarà un bell’aiuto per le famiglie all’inizio del prossimo anno scolastico.