WARM up!!!

Carissimi amici dell’UTE di Erba, qui si sta lavorando per voi! Stiamo scaldando i motori, come prima del “gran premio”

Si stanno valutando proposte e programmi in attesa delle ultime disposizioni per l’utilizzo di Sala Isacchi.

Certamente la maggioranza di noi tutti spera che si possa tornare alle lezioni in presenza e credo che, rispettando le norme, questo sarà possibile, anche se per numeri più limitati rispetto all’ “era” pre – covid. C’è tuttavia la possibilità (che la pandemia ci ha fatto scoprire) di seguire le lezioni tramite la piattaforma ZOOM e questo potrebbe consentire un notevole allargamento della nostra platea.

Sono già parecchie le adesioni, ma certo ancora qualcuno sta indugiando o si è dimenticato di rispondere. Posso assicurare che gli argomenti proposti dai docenti sono, come sempre, molto interessanti, quindi : “Coraggio, amici miei! Fatevi sentire!”

L’estate sta finendo……

L’estate sta finendo …come diceva una canzone di tanti anni fa … Questo ci riporta a pensare a riprendere le nostre attività, nonostante le residue incertezze legate al COVID19. Sono pervenute numerose risposte alla nostra ultima lettera inviata via e.mail o via lettera postale con la quale chiedevamo di comunicarci entro agosto le vostre adesioni alla nostra associazione, tuttavia riteniamo che siano ancora molti quelli che si sono dimenticati di rispondere, quindi rinnovo l’invito: rispondete alla lettera di cui vi allego il link

Grazie, Gino!

!

In questi ultimi mesi sono scomparse molte persone che col loro talento  hanno reso belli e particolari certi momenti della nostra vita e sono certa che tutti noi amici dell’UTE li abbiamo salutati individualmente con rammarico: il nostro mondo si è impoverito.

Gino Strada

Oggi tuttavia non possiamo non esprimere pubblicamente il profondo dolore che ci ha colpito all’annuncio della morte improvvisa e prematura di un uomo giusto, che ha dedicato la sua vita ad alleviare le sofferenze del mondo: Gino Strada.

Con la sua organizzazione, Emergency, è accorso in ogni luogo della terra in cui la guerra e la miseria facevano sentire con più forza il loro potere distruttivo e ha soccorso chi soffriva senza distinzione di età, di etnia, di credo religioso.

Lo ricorderemo sempre con gratitudine e ammirazione, augurandoci che il suo esempio e il suo pensiero servano a far capire al mondo intero quanto sia stupida e inutilmente crudele la guerra, ogni guerra che ancora oggi porta lutti e distruzione in tanti angoli del mondo.