Addio, Arnaldo!

La nostra Presidente, Mariuccia Guarisco Pellegrini, annuncia con dolore: – Nelle prime ore di questa mattina è giunta la notizia della morte del nostro carissimo socio Arnaldo Anzani, ex-sindaco di Orsenigo. E’ stato forse il nostro iscritto numero UNO: non ha mai smesso di sostenere l’UTE e ha sempre frequentato le lezioni con assiduità ammirevole. Io – prosegue la Presidente – mi sedevo spesso accanto a lui durante le lezioni, perché era un conversatore amabile e garbato. Tanti lo ricorderanno per il suo impegno e la sua valentia come amministratore e tanti altri serberanno un grato ricordo per averlo avuto come amico leale e generoso….

Arnaldo aveva 98 anni e anche negli ultimi tempi, quando ormai era ospedalizzato, aveva piacere di ricevere le dispense delle lezioni di Don Ivano, suo amico da molti anni, e noi gliele facevamo pervenire tramite Angelo, l’amico di sempre.

E’ sempre triste salutare chi ha diviso con noi tanta strada, ma siamo certi che dall’alto Arnaldo continuerà a ricordarsi di noi, come noi continueremo a ricordarci di lui.

Il rito funebre verrà celebrato venerdì, 7 maggio, alle ore 14:30 nel cimitero di Orsenigo. La camera ardente è stata allestita nel “chiesino”, accanto alla chiesa parrocchiale sempre di Orsenigo.

3 risposte a “Addio, Arnaldo!”

      1. Ci è pervenuto via email questo messaggio che volentieri riporto qui:
        Biongiorno a tutti, con profonda tristezza, abbiamo appreso della morte del signor Arnaldo Anzani, abbiamo seguito il decorso della sua malattia in questi ultimi due mesi relazionandoci con il sig. Angelo, sino al triste epilogo di ieri notte. Cosa dire: vorremmo dire molto, una persona così amabile che in poco tempo ha conquistato sia me che mio marito durante le lezioni all’università della terza età di Erba, in quanto seduti vicini. Persona educatissima, semplice, attento e sensibile alle vicende della vita. Lo ricorderemo con il suo sorriso, con la parola giusta al momento giusto, mai fuori luogo o inopportuno. Grazie di cuore, Arnaldo, per averci ricordato che le persone “belle” sono, a volte, le più semplici come eri tu.
        Rosanna e Luigi Sesana .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *