Ci impegniamo …. (testo di don Ivano)

NELLA SETTIMANA DEI CENTRI CULTURALI CATTOLICI

CI IMPEGNIAMO NOI …

CONVERSAZIONE CON DON PRIMO MAZZOLARI

RISVEGLIARE L’UMANO

“Risvegliare l’umano” è un bel modo di segnalare che qualcosa oggi appare quanto meno assopito, se non addirittura spento. Ciò che noi consideriamo “umano” è propriamente quello “spirito” che accomuna tutti gli uomini, come atteggiamento dell’animo, come mentalità, come carica o passione interiore, che segnala una coscienza e attiva una responsabilità.  Vi è in effetti un certo deficit di coscienza, se proliferano le leggi; vi è scarsa responsabilità, se ciascuno si defila dal proprio impegno e soprattutto dall’assunzione del proprio ruolo in quel genere di servizio che dobbiamo considerare non solo come un lavoro, ma come una sorta di missione. Se si risveglia, ciò significa che ad ogni tornante della storia va ripetuta questa azione, sempre necessaria, quando si assiste ad una calo di tensione positiva che fa presagire una specie di collasso.

Fare questa operazione significa riaccendere nella mente e nei cuori, nell’intelligenza e nella volontà, la passione per l’uomo, per ciò che è veramente umano, tenuto conto che è intervenuta una distorsione, quando si fa prevalere ciò che è puramente sensibile, sensoriale, sensitivo, e che è insufficiente (ma non per questo da trascurare) a rendere davvero più umano il vivere

Questa operazione, o questa missione, compete prima di tutto a quella cultura umanistica, che risulta basilare nel patrimonio culturale del nostro mondo “mediterraneo” (non solo europeo) e che va essa stessa risvegliata perché ancora produca i suoi frutti.

Per definizione, sono produttori di questa cultura umanistica i “poeti”. Il vocabolo greco, “poihsis” (=poiesis) cioè “poesia”, deriva dal verbo “poiew”(=poieo), che significa “fare a partire dal cuore”, dall’interiorità, dallo spirito umano; perciò i veri “produttori” di cultura umanistica sono loro, non solo perché essi scrivono in versi, ma perché nel loro scrivere, anche sotto il profilo contenutistico, sono come dei profeti, cioè capaci di parlare a nome di altri, a nome di tutti e in favore di tutti.

Una vera cultura è possibile proprio con questa interazione fra scrittori e lettori, tra produttori e fruitori di una parola, che è un vero processo comunicativo, mediante il quale lo spirito umano si definisce, si risveglia, si arricchisce, si produce in continuazione …

Ogni poeta, ogni profeta, ogni scrittore secondo lo spirito, contribuisce a quel percorso e cammino, che è indispensabile perché l’uomo cresca nella sua personalità, nella sua globalità, nella sua apertura a tutti e al mondo. Dovremmo lì cercare quell’umano, che poi dobbiamo risvegliare in noi.

DON PRIMO MAZZOLARI

Prendiamo l’avvio, in questo genere di ricerca, da uno scrittore, che non è annoverato fra quelli delle antologie di letteratura, perché nessuno ha mai cercato di riconoscere nei suoi testi anche una forma espressiva molto originale, che lo fa essere uno scrittore di vaglia. Non era questa comunque la sua prima attività; e neppure si era prefisso di raggiungere un simile obiettivo, anche se lo scrivere e il pubblicare libri lo qualificano come un autore, di notevole spessore e di rara efficacia, poi letto, seguito, riconosciuto per questa sua passione, che diventa anche una sua missione.

Leggi tutto “Ci impegniamo …. (testo di don Ivano)”

Istruzioni per l’uso.

Alcuni soci che hanno chiesto di aderire alla videoconferenza (che viene chiamata webinar) hanno espresso la necessità di avere istruzioni su come collegarsi alla videoconferenza stessa.

Niente paura! E’ tutto molto semplice.

Se non avete mai usato ZOOM, quando cliccherete sul link di collegamento, il sistema potrebbe chiedervi di installare l’app. di ZOOM. Basta solo cliccare su “installa” e tutto procederà in automatico, poi al momento di collegarsi dovrete solo cliccare su “Partecipa alla riunione” (o Join meeting – in inglese). Poi attendete il permesso di accedere alla videoconferenza.

Se avete già usato ZOOM, lo sapete già: basta cliccare sul link e attendere che l’ospitante vi consenta di accedere alla riunione.

In questi casi, se ci si trova in impaccio, è lodevole farsi coraggio e chiedere aiuto a figli, nipoti o vicini di casa.

La situazione che stiamo vivendo ci chiede di imparare cose nuove; noi dobbiamo accettare la sfida e ci sentiremo meno “fuori dal mondo”

Ci siamo anche noi!

Sul sito del “Servizio Coordinamento dei Centri Culturali Cattolici” è già stato pubblicato il calendario degli eventi programmati dai vari gruppi che partecipano all’iniziativa straordinaria indetta dalla Diocesi di Milano. E ci siamo anche noi!!!!

E’ un’occasione per sentirsi più forti del coronavirus che ci vuole tenere isolati e distanti. e per far sapere al mondo che esistiamo e resistiamo.

Ecco la presentazione della “Settimana”

Insieme … per riprendere il discorso.

Carissime socie/ Carissimi soci,

come ben sapete le nuove restrizioni hanno vanificato i  nostri tentativi di riprendere le lezioni in presenza, ma questo ci ha stimolato a cercare nuove modalità di incontro.

Don Ivano si è reso disponibile per tenere una lezione in videoconferenza che si inserirà nella “Settimana dei Circoli Culturali Cattolici” indetta dalla Diocesi di Milano sul tema “INSIEME PER RISVEGLIARE L’UMANO”: Ci impegniamo ….conversazione intorno a Don Primo Mazzolari

La lezione verrà effettuata alle ore 15 e alle ore 21 di mercoledì 25 Novembre e sarà organizzata in collaborazione col gruppo culturale “G. Lazzati” della parrocchia di Arcellasco.

Sarà un’occasione per ritrovarci, anche se a distanza,  per conoscere uno dei grandi protagonisti del secolo scorso e per riprendere il filo di un discorso interrotto da troppo tempo…

Chi intende partecipare deve inviare una mail a: info@ute-erba.it  o telefonare al numero: 339 7435943; in prossimità dell’evento riceverà un link che consentirà di partecipare alla videoconferenza.

In attesa  delle vostre adesioni vi inviamo i nostri più cordiali saluti.

Il Consiglio Direttivo.

Noi ci impegniamo….

Grazie alla disponibilità del nostro stimatissimo docente, don Ivano Colombo, l’UTE potrà partecipare alla “Settimana dei Centri Culturali Cattolici” indetta dalla diocesi di Milano.

Si tratta di realizzare, da parte dei centri culturali sparsi sul territorio, una serie di eventi (rigorosamente on line, data la situazione di pandemia) nella settimana dal 23 al 28 novembre sul tema: “INSIEME PER RISVEGLIARE L’UMANO”

La nostra conferenza si svolgerà il 25 novembre sia nel pomeriggio, alle 15, sia di sera, alle 21 e avrà come titolo: “CI IMPEGNIAMO … conversazione intorno a don Primo Mazzolari” e prenderà spunto da questa poesia:

Noi ci impegniamo… (don P. Mazzolari)

Ci impegniamo noi, e non gli altri;
unicamente noi, e non gli altri;
né chi sta in alto, né chi sta in basso;
né chi crede, né chi non crede.
Ci impegniamo,
senza pretendere che gli altri si impegnino,
con noi o per conto loro,
con noi o in altro modo.
Ci impegniamo
senza giudicare chi non s’impegna,
senza accusare chi non s’impegna,
senza condannare chi non s’impegna,
senza cercare perché non s’impegna.
Il mondo si muove se noi ci muoviamo,
si muta se noi mutiamo,
si fa nuovo se qualcuno si fa nuova creatura.
La primavera incomincia con il primo fiore,
la notte con la prima stella,
il fiume con la prima goccia d’acqua
l’amore col primo pegno.
Ci impegniamo
perché noi crediamo nell’amore,
la sola certezza che non teme confronti,
la sola che basta
a impegnarci perpetuamente.

Avremo modo di riparlare di questa iniziativa a cui sono invitati tutti i soci UTE: riceveranno a suo tempo un link per collegarsi in videoconferenza e la platea sarà allargata a tutti i centri culturali della diocesi. La stampa cattolica, in particolare “Avvenire” ha già pubblicato un articolo su questa iniziativa che vuole dare un segno di speranza in questi tempi bui.